Conegliano Rugby Asd è un'associazione sportiva dilettantistica, nata per favorire la pratica giovanile del Rugby nel territorio.

 

L'associazione si è dotata di un codice etico, che riportiamo di seguito:

 

Tutti coloro che fanno parte dell’associazione Conegliano Rugby (dirigenti, collaboratori, giocatori, allenatori, genitori e sostenitori) sono tenuti a rispettare le seguenti regole di comportamento, ispirate ai principi etici e morali che, da sempre, caratterizzano questo sport.

 

Codice Etico generale

 > Rispetta i diritti, la dignità e il valore degli altri.

 > Sii equo, rispettoso e onesto.

 > Assumiti la responsabilità delle tue azioni.

 > Impegnati al massimo.

 > Accetta le conseguenze dovute al mancato rispetto di questo codice di comportamento.

 > All’interno dell’impianto ed in prossimità dei campi è assolutamente VIETATO FUMARE.

 

Codice di Comportamento per dirigenti e collaboratori

 > All'interno del tuo club, contribuisci a creare una cultura improntata sul fair play, la correttezza, il rispetto degli avversari e lo spirito di squadra.

 > Il tuo principale obiettivo è di creare un ambiente sicuro, accogliente e divertente per l'esercizio del rugby e di tutte le attività connesse.

 > Controlla le tue reazioni ed evita di alzare il tono della voce e del confronto.

 Riconosci il valore del volontariato, sollecitalo e favoriscilo.

 > Non criticare gli arbitri, sii collaborativo con loro e riconoscine l'impegno.

 > Utilizza un linguaggio corretto.

 > Fai attenzione che le tue dichiarazioni pubbliche non siano lesive per gli interessi del tuo club e del rugby in generale.

 

Codice di Comportamento per i giocatori

 > Gioca per divertimento

 > Gioca con il massimo impegno ma leale a prescindere dal risultato del momento.

 > Gioca nel rispetto delle regole scritte e non scritte del nostro sport.

 > Non discutere mai con gli arbitri e con gli educatori delle squadre avversarie, sii collaborativo con loro e riconoscine l’impegno.

 > Rispetta i tuoi compagni e gli avversari in campo e fuori.

 > Fai il possibile per partecipare a tutti gli allenamenti e a tutte le partite e per rispettarne gli orari.

 > Mantieni sempre lo stesso impegno anche nella Scuola.

 > Abbi cura e rispetto per le attrezzature che ti sono fornite.

 > Controlla le tue reazioni in qualsiasi momento.

 > Impegnati con ugual sforzo per te e per la tua squadra.

 > Utilizza un linguaggio rispettoso.

 > Sii un buono sportivo: apprezza le buone giocate indipendentemente dal fatto che le abbiano realizzate la tua squadra o il tuo avversario.

 > Ricorda, gli obiettivi del gioco sono: divertirti, migliorare le tue capacità e stare bene con i tuoi compagni.


Codice di comportamento per allenatori

 > Sii ben consapevole del potere che hai come allenatore nei confronti dei tuoi giocatori ed evita qualsiasi comportamento inadeguato e discriminatorio.

 > Attivati per creare armonia all'interno della squadra e non ammettere manifestazioni aggressive in campo e nelle strutture sociali.

 > Evidenzia e incoraggia le azioni e i comportamenti positivi dei tuoi giocatori.

 > Crea uno spirito di gruppo e di partecipazione attiva, anche nelle scelte, da parte dei tuoi giocatori ricordando sempre quanto detto da Berbizier “il potere è nel campo ed è in mano ai giocatori”.

 > Mantieni sempre attiva la comunicazione bidirezionale con i Genitori considerandoli sempre come una risorsa.

 > Insisti sul fair play e la disciplina.

 > Incoraggia i giocatori a rispettarsi l'un l'altro e pretendi il rispetto per il loro valore come individui, indipendentemente dal loro livello di gioco.

 > Esigi dalla squadra il rispetto verso gli arbitri: sii il primo a non discutere mai con loro, ad essere collaborativo e a riconoscerne l'impegno.

 > Condividi con i tuoi giocatori la definizione delle regole di gruppo e le eventuali conseguenze per chi non le rispetta.

 > Condividi con i Genitori, sempre nel rispetto della privacy, la vita e gli impegni dei ragazzi fuori dal campo di gioco sincerandoti sempre di eventuali problematiche esterne.

 > Sii ragionevole nel richiedere ai giocatori tempo, energia ed entusiasmo, assicurandoti che i compiti e/o gli allenamenti siano adatti all'età, all'esperienza, alle capacità e alle condizioni fisiche e psicologiche dei giocatori.

 > Sii sempre attento alla salvaguardia della salute dei tuoi giocatori segnalando tempestivamente ai Genitori tuoi eventuali sospetti ma senza mai confondere il tuo ruolo con quello di altri specialisti.

 > Utilizza un linguaggio accettabile.

 > Scoraggia attivamente l'uso di sostanze dopanti, di alcool, tabacco e sostanze illecite.

 

Codice di comportamento per genitori

 > Lascia che i giocatori giochino i1 loro gioco non è il tuo gioco.

 > Apprezza gli sforzi e le prestazioni, non i risultati.

 > Ricorda: gli errori fanno parte del processo di apprendimento.

 > Educa tuo figlio al rispetto per l'allenatore: sii il primo a non interferire nelle sue scelte e a non criticarle.

 > Insegna a tuo figlio lo spirito di squadra: il compagno che sbaglia va sostenuto e non rimproverato o messo in ridicolo.

 > Rispetta le decisioni degli arbitri e insegna a tuo figlio a fare lo stesso.

 > Sii un buono sportivo: apprezza le buone giocate indipendentemente dal fatto che le abbiano realizzate la tua squadra o il tuo avversario.

 > Rispetta gli avversari, senza di loro non ci sarebbe partita.

 > Utilizza un linguaggio corretto.

 > Insegna a tuo figlio il rispetto degli orari e degli impegni assunti nei confronti della squadra.

 > Trattandosi di minori chiedi sempre l’autorizzazione ai genitori per eventuali riprese video e fotografiche e soprattutto per l’eventuale pubblicazione su Social Network.

 

Codice di comportamento per spettatori

 > Tifa per la tua squadra; non tifare contro gli avversari.

 > Non disturbare in occasione di trasformazioni e calci piazzati.

 > Apprezza gli sforzi e le prestazioni, non i risultati.

 > Sii un buono sportivo: apprezza le buone giocate indipendentemente dal fatto che le abbiano realizzate la tua squadra o il tuo avversario.

 > Rispetta le decisioni degli arbitri e invita gli altri a fare lo stesso.

 > Non mettere in ridicolo o rimproverare un giocatore che commette un errore.

 > Avvisate sempre con anticipo dell’assenza di vostro figlio ad allenamenti e gare; siate puntuali.

 > Ricordate: i bambini fanno sport per il loro divertimento, non per il vostro. Lasciate che si divertano, vi divertirete anche voi.

 > Trattandosi di minori chiedi sempre l’autorizzazione ai genitori per eventuali riprese video e fotografiche e soprattutto per l’eventuale pubblicazione su Social Network.

 

e-max.it: your social media marketing partner